emozione_tipografica

Emozione tipografica

L’emozione tipografica nasce dal solleticamento di due sensi  ovvero la vista e il tatto.
La carta come la stoffa viene scelta per vestire, vestire idee. E come stoffa può essere sottilissima e setosa o trasparente e velata, spessa e lanosa o liscia e brillante, pregiatissima come quelle realizzate a mano.
La stampa sottolinea e impreziosisce il candore del foglio personalizzandolo con nomi e immagini. Ritroviamo cenni di arte orafa nelle raffinatissime laminature, il bassorilievo  nei chiaroscurati punzoni,  la sartorialità nel confezionamento di prodotti irripetibili. La sintesi di queste arti rendono alla carta quello che chiameremo emozione tipografica.

TORNA INDIETRO